Gustavo Rol

"Ho scoperto una tremenda legge che lega il colore verde, la quinta musicale ed il calore. Ho perduto la gioia di vivere. La potenza mi fa paura. Non scriverò più nulla!"

Gustavo Adolfo Rol, (1903 - 1994) un sensitivo capace di imprese che non hanno nulla di normale e che è impossibile interpretare. È in grado perfino di fare viaggi nel tempo, di conversare con entità che hanno raggiunto l'oltretomba da secoli o di far piombare in un salotto col belato della capra anche il suo campanaccio. Un busto di marmo pesantissimo, senza che nessuno si muovesse, passò da un caminetto al centro di un desco>>. Così Enzo Biagi nel suo volume "E tu lo sai? ", pubblicato nell'aprile '78, descrive la straordinaria figura di Gustavo Rol.

Gustavo Rol, tra i pseudo sensitivi cantati e decantati è l'unico che ha suscitato la mia ammirazione e rispetto, in particolare per la sua autenticità, ma sopratutto  per la  profonda onestà intellettuale, ed è anche l'unico che ha sempre rifiutato l'etichetta di  medium, spiritista ecc., questo perchè il suo pensiero, la sua spiritualità non avevano nulla da spartire con le facoltà medianiche, cosa peraltro ribadita continuamente, ma mai recepita perchè i suoi  interlocutori non possedevano la necessaria saggezza per comprendere che Gustavo Rol vedeva oltre le facoltà medianiche.

Tanto che dichiarava di avere paura di tali facoltà, e contrariamente alla interpretazione degli esperti, le paure di Rol verso i poteri occulti non erano di ordine fisico ma spirituali, cioè Rol  sapeva che esercitare le facoltà medianiche, inevitabilmente lo avrebbero allontanato dalla sua vera scoperta interiore. Rol per ragioni che ignoro, da bambino ebbe il grande dono di incontrarsi con il suo spirito e tutta la sua potenza. Per rendere, l'idea è come se la parapsicologia desse a chi è in grado  di esercitarla, la facoltà di possedere un intero pianeta, e la spiritualità di possedere l'intero universo. Rol rifiutava di assoggettarsi alla parapsicologia perchè sapeva di perdere l'universo, che per lui significava allontanarsi da Dio.

21- sett. 2002- Mistic.it  

Inutile scrivere qualcosa di lui... potete rispondere a tutte le vostre curiosità visitando un sito ideato, creato e realizzato da una persona che ha conosciuto da vicino Gustavo Rol.

http://www.gustavorol.org/home.html