Bruno Brindisi- Biografia

Bruno Brindisi nasce a Salerno il 3 giugno 1964.

La prima parte della sua carriera è simile a quella dei colleghi De Angelis e Siniscalchi, con cui forma la cosiddetta scuola salernitana; esordisce infatti sulla rivista amatoriale Trumoon, poi passa a disegnare fumetti erotici per la Blue Press e per la Ediperiodici, quindi approda alle Edizioni Cioè e alla Acme.

La svolta arriva nel 1991, quando viene arruolato nello staff di disegnatori di Dylan Dog. Per lo stesso editore disegna anche episodi di Nick Raider e lo speciale di Tex del 2002, su testi di Claudio Nizzi. Dopo essersi concesso una perentesi con il primo episodio di Brad Barron di Tito Faraci, l'artista salernitano prosegue la collaborazione con Dylan Dog, di cui è diventato uno degli autori più rappresentativi, arrivando a realizzare episodi importanti come quelli del ventennale della testata pubblicati nel 2006.

Biografia (tratta dal suo sito ufficiale)

Bruno Brindisi nasce a Salerno il 3 Giugno 1964, dove tuttora vive e lavora.
Disegna dal 1964, ma comincia a farlo in modo un po' più professionale su Trumoon n.1 (1983), rivista edita in proprio da un gruppo di amici fumettari che qualcuno in seguito ha voluto etichettare come "scuola salernitana". Tecnicamente è autodidatta, non avendo seguito nessun corso a indirizzo artistico.
Nonostante la passione per il fumetto, comunque ci vogliono degli anni prima di sceglierlo come mestiere, rinunciando a una quasi sicura carriera di cameraman alla RAI ed a quella molto più incerta, di tastierista Pop - Jazz.[...]
È del 1988 la gavetta sui pocket "Hard" della E.P.P., tramite lo studio On Mollo M Di Francesco Coniglio, che poi diventerà edizione A.C.M.E, dando alla luce una serie di pubblicazioni di non lunga fortuna (Splatter, Mostri, Torpedo).
Nel 1989 i primi contatti con Sergio Bonelli Editore, con varie prove per Nick Raider, Nathan Never (prima) e Dylan Dog (poi), con cui esordirà nel Novembre del 1990 con la storia "Il male"(n. 51).
Da allora produce per la Bonelli qualcosa come oltre 2500 tavole (numero provvisorio), quasi tutte per Dylan Dog ( ma anche per Martin Mystère, Tex, Nick Raider), riuscendo a realizzare nel frattempo tre episodi per la Comic Art (Bit Degeneration), i primi episodi della serie Billiteri (per la Universo) e cosettine varie (Orazio Brown).[...]

1993: Premio "Albertarelli" (A.N.A.F.I.)
1995: Miglior Disegnatore (A.N.A.F.I.)
1997: Miglior Disegnatore Realistico (Fumo di China)

Interviste (Link esterni a Dyd Site)

- Intervista doppia a Bruno Brindisi e Paola Barbato in occasione dei venti anni di Dylan Dog  (a cura di Gennaro Costanzo, Guido "Doc" e Davide "Curioso" Morando)

- Intervista a Bruno Brindisi... la linea del disegno, inchiostri, amori e umori...